Scopri CellFood®

Scopri CellFood®

CELLFOOD®

CELLFOOD® Gocce Un prodotto unico al mondo!

CELLFOOD®. Un prodotto unico al mondo. Anche nel processo di detossificazione.

Si raccomanda di seguire il protocollo incrementale consigliato. La natura colloidale,le singolari proprietà chimico-fisiche e l’aumento dell’ossigenazione cellulare, rendono CELLFOOD® un prodotto ideale nel processo di detossificazione. Quest’ultimo, nei soggetti più sensibili, che assumono il prodotto per la prima volta, può avere alcune volte un blando effetto lassativo oppure accompagnarsi a cefalea, meteorismo addominale o stipsi. Tali disturbi, peraltro lievi e transitori, non devono allarmare ma sono la manifestazione evidente della risposta positiva dell’organismo al trattamento e vanno gestititi aumentando l’assunzione giornaliera di acqua. In caso di persistenza o accentuazione di tale sintomatologia, ridurre il dosaggio per qualche giorno, “calibrandolo” alle esigenze del proprio organismo.

CELLFOOD®, non presenta alcuna controindicazione, né relativa né assoluta. In particolare, non contiene né glutine né lieviti né sostanze dopanti e può essere assunto, come integratore, anche in corso di trattamenti farmacologici specifici.

CELLFOOD®. Un prodotto unico al mondo. Anche nel processo di detossificazione.

CELLFOOD®

CELLFOOD® Gocce Formula Everett Storey

Modulare la disponibilità di ossigeno. L’ultima sfida della Nutraceutica.

Ne “maneggiamo” oltre 12.000 litri al giorno, senza neanche accorgerne. Non lo vediamo, ma c’è, e lavora instancabilmente tutta la vita con noi e per noi che, invece, ci rendiamo conto della sua esistenza solo quando viene a mancare.

L’evoluzione dei viventi ha avuto corso grazie alla sua diffusione nella biosfera, circa un miliardo di anni fa. E noi abbiamo sviluppato, per averlo come nostro potente alleato, l’apparato respiratorio, l’apparato cardio-circolatorio, il sangue, i globuli rossi, l’emoglobina e, in ultimo, i mitocondri, le nostre  “centraline” energetiche.

Parliamo dell’ossigeno, l’elemento della vita!

In tema di benessere cellulare, siamo orgogliosi di essere stati i primi, in Italia, con CELLFOOD®, a parlare di modulatori dell’ossigeno, mentre tutti parlavano solo di nutrienti, vitamine, e sali minerali. “Ossigeno dall’aria – idrogeno dal cibo” è da sempre il nostro “slogan”, il paradigma della vita. In seguito, abbiamo integrato questo concetto con lo slogan UN PASS PER IL BENESSERE, dove PASS è l’acronimo di Pool Antiossidante Sinergico Sistemico. Nonostante alcune inevitabili incomprensioni, abbiamo continuato il nostro percorso e oggi, finalmente, possiamo affermare che sia la ricerca di base sia l’esperienza clinica ci hanno premiato. Siamo orgogliosi, nel nostro piccolo, di aver aggiunto anche noi un importante tassello del grande puzzle della biologia dell’ossigeno, incrociando nel nostro cammino almeno due Premi Nobel, Otto Warburg (1931) e la triade  William G. Kaelin Jr, Sir Peter J. Ratcliffe e Gregg L. Semenza (2019).

Esattamente quaranta anni fa, nel 1982, Everett-Storey pubblicava Beyon Belief divulgando al mondo intero i benefici della sua formula, che è alla base di CELLFOOD® [Storey EL. Beyond Belief. Feedback Books. 1982]. L’occasione è propizia per scrivere una nuova, entusiasmante pagina di questa storia, alla luce delle conoscenze, che nel frattempo, si sono rese disponibili in un campo in così rapida evoluzione, quale quello delle scienze della vita.

Oggi sappiamo molte più cose sull’ossigeno, rispetto a venti anni fa, quando abbiamo iniziato a distribuire e promuovere CELLFOOD® in Italia. Gli scienziati hanno scoperto che il nostro organismo dispone di veri e propri sensori molecolari, in grado di percepire la presenza e i livelli di questo elemento, al fine di garantircene la disponibilità nelle più svariate condizioni metaboliche. Oggi possiamo addirittura valutare in vivo i livelli tissutali di ossigeno e visualizzarne, addirittura, i derivati reattivi, grazie a sofisticate tecniche di imaging.

Dal punto di vista biochimico, intanto, l’identikit dell’ossigeno si è arricchito di nuovi connotati, dai quali sta emergendo sempre più la sua straordinaria versatilità di insostituibile elemento del sistema redox. Infatti, intervenendo in reazioni di trasferimento di elettroni a coppie, l’ossigeno partecipa direttamente al metabolismo bioenergetico: sia al catabolismo, associato alla generazione di energia, sotto forma di ATP, sia all’anabolismo, correlato al dispendo di energia e alla (ri)costruzione di materia vivente. Prendendo parte, invece, a reazioni di trasferimento di singoli elettroni, l’ossigeno contribuisce alla generazione di particolari specie chimiche, spesso instabili, denominate specie reattive centrate sull’ossigeno, di cui sono noti esempi i radicali liberi dell’ossigeno. Queste specie chimiche giocano un ruolo fondamentale nei processi omeostatici dell’organismo, essendo “sfruttate” dal nostro sistema redox per generare segnali tra le cellule e all’interno delle cellule, ovvero per proteggerci contro eventuali patogeni. Il benefico eu-stress ossidativo, da sostenere, o almeno, non bloccare.

Tante cose sono cambiate, insomma, rispetto al nostro primo materiale informativo pubblicato venti anni fa. Nulla, però, è mutato nel nostro “credo”. Nel 2006, sulla rivista HYPOXIA MEDICAL JOURNAL ci assumemmo la responsabilità di parlare di un PARADOSSO CELLFOOD®, per sottolineare come questa formulazione davvero unica sia in grado da un lato, di aumentare la biodisponibilità di ossigeno, e, dall’altra, limitare i potenziali effetti indesiderati di una sua dis-regolazione: il di-stress ossidativo, da diagnosticare, prevenire e combattere.

Le evidenze sperimentali e cliniche ci hanno dato ragione: oggi è ben documentata la capacità di CELLFOOD® di sostenere ambedue le funzioni attribuite all’ossigeno, sia quella bioenergetica (aumento della sintesi di ATP) sia quella regolatrice (controllo della funzione redox), in passato descritta come semplicemente antiossidante o anti-radicalica.

Oggi, navigando su INTERNET, possiamo constatare come GOOGLE, il motore di ricerca più potente al mondo, dedichi oltre 600.000 riferimenti a CELLFOOD®; GOOGLE SCHOLAR, che ha un taglio più scientifico, segnala circa 250 citazioni; infine, interrogando la banca dati biomedica più affidabile in ambito accademico, troviamo ben 8 lavori scientifici su CELLFOOD®, tra cui un importante trial clinico controllato mediante randomizzazione.

Insomma, CELLFOOD® – 50 anni ma non li dimostra! – continua ad essere al centro dell’interesse di ricercatori, professionisti della salute e comuni cittadini. Nel rispetto della tradizione, dedichiamo questa edizione, riveduta ed aggiornata, del “libretto”, che ormai ha fatto la sua storia, a tutti coloro che già conoscono CELLFOOD® (e sono in tanti!) e a quelli che ne hanno sentito parlare ma desiderano conoscerlo meglio.

Ossigeno dall’aria – idrogeno dal cibo” è da sempre il nostro “slogan”, il paradigma della vita. In seguito, abbiamo integrato questo concetto con lo slogan UN PASS PER IL BENESSERE, dove PASS è l’acronimo di Pool Antiossidante Sinergico Sistemico

CELLFOOD®

L'ipossia Carenza di ossigeno nella cellula

L’ipossia è la condizione in cui si trova una cellula che non ha un adeguato apporto di ossigeno.

Carenza di ossigeno

Come la ruggine corrode i metalli, così la mancanza di ossigeno danneggia la qualità delle cellule. L’acquisizione di nuovi e fondamentali dati scientifici sulla biochimica dell’ossidazione cellule ha consentito di scoprire che la carenza di ossigeno, alterando la funzione della permeabilità selettiva delle membrane cellulari, può indurre nei diversi organi e apparati sintomi e patologie differenti, apparentate però da un unico comune denominatore, la mancanza di ossigeno.

Radicali liberi e invecchiamento

Lo stress ossidativo è ritenuto responsabile dell’invecchiamento precoce ed è associato ad una serie lunghissima di malattie molto comuni, quali l’ipertensione arteriosa, l’aterosclerosi, l’infarto, l’ictus, il morbo di Parkinson, la demenza dell’Alzheimer, la colite ulcerosa, la pancreatite, l’obesità, il diabete, la bronchite cronica, l’artrite reumatoide, alcuni tipi di tumori, ecc. ecc.

Oggi è possibile valutare globalmente lo stress ossidativo, tra i vari metodi ne esistono due altamente innovativi e validato dall’Osservatorio Internazionale Stress Ossidativo come il D-ROMS e BAP TEST che forniscono informazioni, rispettivamente, sull’entità dell’attacco radicalico e sullo stato delle difese antiossidanti del nostro organismo.

Oggi possibile valutare il danno da stress ossidativi semplicemente con un SOFFIO tramite la determinazione delle ALDEIDI grazie ad un rivoluzionario dispositivo in grado di fare un test NON INVASIVO: REVELAR 

Da più di 50 anni, CELLFOOD apporta con sicurezza benefici nutrizionali, senza tossicità.

CELLFOOD®

Efficacia del trattamento con CELLFOOD® (deutrosulfazyme) nella fibromialgia

M.E. Nieddu1, L. Menza2, F. Baldi1, B. Frediani2 , R. Marcolongo1

1 Servizio di Reumatologia Clinica Rugani, Monteriggioni, Siena
2 Dipartimento di Medicina Clinica e Scienze Immunologiche, Sezione di Reumatologia, Università di Siena.

Di notevole valenza scientifica il recente studio condotto su pazienti affetti da Fibromialgia presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Scienze Immunologiche, sezione di Reumatologia, dell’Università di Siena.

Tale studio, pubblicato sulla rivista REUMATISMO Volume 59 Numero 4 2007, ha valutato l’efficacia di CELLFOOD® come coadiuvante nel trattamento della sindrome fibromialgica.

I risultati sono stati sorprendenti: dopo 12 settimane di trattamento, l’assunzione di CELLFOOD® si è accompagnata ad un’attenuazione statisticamente significativa, rispetto al placebo, della sintomatologia dolorosa, della debolezza muscolare, della stanchezza al risveglio e ad un miglioramento generale dei disturbi associati alla riduzione del tono dell’umore.

 

Risultati sorprendenti: dopo 12 settimane di trattamento, l’assunzione di CELLFOOD® si è accompagnata ad un’attenuazione statisticamente significativa

CELLFOOD®

CELLFOOD® Gocce Da cosa è costituito?

CELLFOOD® è un integratore alimentare multifunzionale di natura colloidale contenente disciolta, in fase disperdente acquosa, una miscela complessa di amminoacidi, enzimi e oligoelementi, in particolare selenio, ricavati prevalentemente da alghe della specie Lithothamnium calcareum e da terreni ricchi in fossili appartenenti ad ecosistemi praticamente incontaminati.

Un originale processo brevettato, della durata di nove mesi, che prevede l’arricchimento dell’iniziale estratto marino di Lithothamnium calcareum con ulteriori componenti minerali, quali il solfato di deuterio, ottenuti dalle emanazioni vulcaniche di geyser, conduce, in definitiva, alla cosiddetta formula Everett-Storey, indicata anche come Deutrosulfazyme® (letteralmente “deuterio solfato ed enzimi”), che è alla base del prodotto attualmente commercializzato come CELLFOOD® (Storey, 1982; Dyer, 2010).

Arricchito, all’occorrenza, da altre componenti nutrizionali (vitamine, S-adenosilmetionina, metilsulfonilmetano, silicio, acido isocitrico, ecc.) grazie alle sue diverse formulazioni (fra cui una topica), CELLFOOD® rientra in una classe di integratori di recentemente caratterizzazione, i gas-ceutici (Iorio, 2018).

Un gas-ceutico è, anzitutto, un nutraceutico, cioè un estratto o un derivato vegetale o animale in grado di modulare una funzione biologica e, quindi, potenzialmente utile nella prevenzione o cura di una malattia. Rispetto ad un comune nutraceutico, il gas-ceutico è in grado di modulare, nell’ambito del suo raggio d’azione, l’effetto biologico del gas a cui è correlato. Tale azione modulante può consistere semplicemente nell’induzione della sintesi e del rilascio, oppure nell’attivazione o nell’inibizione di un effetto biologico del gas in questione, con conseguenti benefici per la salute, in termini di recupero/ottimizzazione di performance funzionali e, quindi, miglioramento del benessere.

CELLFOOD® può essere considerato, specificamente, come un ossigeno-mimetico, ossia un gas-ceutico in grado, in qualche modo, di riprodurre, sostenere o modulare l’azione biologica dell’ossigeno. A tal proposito, è noto che gli effetti dell’ossigeno sono dovuti alla capacità di questa molecola di funzionare da accettore finale di elettroni provenienti dalle più svarianti fonti metaboliche. A livello mitocondriale, per esempio, il 98-99% dell’ossigeno viene utilizzato per accettare elettroni in coppia, estratti da vari nutrienti (es. zuccheri, grassi, proteine) allo scopo di produrre energia chimica sotto forma di ATP (fosforilazione ossidativa). Il rimanente 1-2% del gas viene utilizzato per accettare elettroni singoli, con l’obiettivo di generare specie reattive ossidanti (perossido d’idrogeno, radicale idrossile) e riducenti (anioni superossido), sfruttate per finalità adattative (difesa, signalling, detossificazione). Evidenze sperimentali e cliniche hanno documentato la capacità di CELLFOOD® di sostenere ambedue le funzioni attribuite all’ossigeno, sia quella bioenergetica (aumento della sintesi di ATP) sia quella regolatrice (controllo della funzione redox), in passato descritta come antiossidante. Questo concetto integra ed ampia quello precedente di “modulazione fisiologica dell’ossigeno on demand”. È più recente, infine, l’ipotesi che CELLFOOD®, attraverso la sua azione mirata ai mitocondri, possa indirettamente favorire la funzionalità del microbiota intestinale e prendere parte a meccanismi di regolazione epigenetica. Un campo estremamente affascinante, con una ricerca costantemente in progress che vedrà sempre più protagonisti fenomeni e concetti biologici fondamentali, quali vie di segnale, fattori di trascrizione, DNA editing, telomeri, etc.

CELLFOOD® può essere considerato, specificamente, come un ossigeno-mimetico, ossia un gas-ceutico in grado, in qualche modo, di riprodurre, sostenere o modulare l’azione biologica dell’ossigeno

CELLFOOD®

ANTIOSSIDANTE abbassa lo stress ossidativo

CELLFOOD® RIDUCE IL LIVELLO DI RADICALI LIBERI DELL’OSSIGENO

Lo stress ossidativo è la conseguenza di uno squilibrio tra processi proossidanti e processi antiossidanti. Radiazioni,farmaci, metalli pesanti Fumo di sigaretta, alcool, inquinamento, Esercizio fisico inadeguato, sedentarietà, Infezioni ed altre malattie.

L’assunzione di CELLFOOD® (8 gocce/t. i. d) per 30 giorni consecutivi si è accompagnata ad una significativa riduzione dei livelli sierici di metaboliti reattivi dell’ossigeno, marcatori ed amplificatori del danno ossidativo da radicali liberi. Questi dati indicano che CELLFOOD® esibisce in vivo proprietà antiossidanti.

 

CELLFOOD® abbassa sino al 27% i livelli di stress ossidativo

Le specie chimiche reattive possono essere
sia la causa che l’effetto dello STRESS OSSIDATIVO

CELLFOOD®

La soluzione modulata alla domanda di ossigeno

CELLFOOD® può aumentare fino all’80% la disponibilità di ossigeno in soluzione acquosa

In questo test di laboratorio, l’aggiunta di CELLFOOD® (8 gocce) a 200 mL di acqua distillata si è accompagnata, nel tempo, ad un progressivo aumento della concentrazione di ossigeno molecolare (O2).
Dopo appena 1 ora dall’inizio della prova, la quantità di O2 disciolto in soluzione è aumentata, rispetto ai valori pre-test, del 58%. Nelle ore successive, la concentrazione di O2 ha mostrato un trend verso un ulteriore incremento, fino a raggiungere il suo picco massimo (80%) a 12 ore. Tali dati suggeriscono che CELLFOOD® può essere utile nel rispondere alla domanda di ossigeno tipica delle varie forme di IPOSSIA.

 

CELLFOOD®: ossigeno “on demand” grazie all’azione chiave del Deutrosulfazyme®

CELLFOOD®

CELLFOOD® sinergico

CELLFOOD® abbassa la tensione superficiale dell’acqua in cui è disciolto.

Test di valutazione della tensione superficiale.

L’aggiunta in quantità progressivamente crescenti di CELLFOOD® ad acqua distillata si accompagna ad una netta riduzione, rispetto al valore basale (solo acqua), della tensione superficiale (una misura della forza che agisce all’interfacie tra due fluidi non miscibili tra loro).

 

CELLFOOD® aumenta le proprietà elettrolitiche dell’acqua in cui è disciolto

Test di valutazione delle proprietà elettrolitiche.

L’aggiunta di CELLFOOD® ad acqua distillata si accompagna ad un netto incremento, rispetto al valore basale (solo acqua), sia del potenziale zeta che della conduttanza (misure, entrambe, della concentrazione di elettroliti in mezzo acquoso).

CELLFOOD®

CELLFOOD® sistemico

l’unico integratore disponibile anche in formulazione spray sublinguale.

Vie di somministrazione e profilo di assorbimento.

Dalle singolari proprietà biofisiche il favorevole profilo farmacocinetico e, quindi, l’immediata biodisponibilità dei componenti di CELLFOOD® a livello sistemico.

 

CELLFOOD®: l’unico integratore disponibile
anche in formulazione spray sublinguale

CELLFOOD® può essere efficace nel neutralizzare l’eccesso di radicali liberi nei casi di ISCHEMIA-RIPERFUSIONE

CELLFOOD®

CELLFOOD® Gocce

La soluzione fisiologicamente modulata alla domanda di ossigeno Stress, stili di vita inadeguati ed inquinamento ambientale depauperano le riserve di micronutrienti e riducono la biodisponibilità di ossigeno provocando sofferenza cellulare, danni ai vasi sanguigni (disfunzione endoteliale) ed alterazioni della matrice extracellulare. Da qui mal di testa, insonnia, irritabilità, debolezza, digestione rallentata, ed altri disturbi in grado di compromettere il nostro benessere ed accelerare.

La soluzione fisiologicamente modulata alla domanda di ossigeno